Clima, Inquinamento e Sole…mahh!!!

Share the joy
  •  
  •  
  •  

Il diossido di carbonio è un componente minore dell’atmosfera, 0.022/0.038 %, e il suo contributo per aumentare l’effetto serra è minore del vapore d’acqua contenuto nell’atmosfera.
Chi produce molta CO2 è l’oceano che proporzionalmente aumenta con l’aumento della temperatura.


All’aumento delle temperature degli oceani degli ultimi anni è aumentata la concentrazione di diossido di carbonio, fattore chiave del cambio climatico in atto.
Rimane sempre confermato la causa di tutto lo stravolgimento atmosferico che stiamo subendo, ovvero il Sole.
Il riscaldamento globale sbandierato da Gore e dai membri dell’IPCC è una beffa bella e buona. Proclamano catastrofismi e aumento termico globale, con la clausula di dover diminuire la produzione di CO2, solo per elevare il reddito con le tasse. Molte nazioni stanno già programmando interventi per intascare nuove tasse per l’ambiente, con ricavi enormi.
Ovviamente gli ambientalisti gli vanno dietro, magari con buoni propositi, ma, spesso, senza avere le basi per confermare ciò che predicano. Ripeto, e non finirò mai di dirlo, che l’ambiente va salvaguardato con il massimo impegno, soprattutto dalle sostanze tossiche e chimiche, ma non in questo modo, come se la CO2 fosse innanturale.
La speculazione ecologica è più grave di ciò che potrebbe provocare un surriscaldamento planetario.
L’energia solare, eolica e idrica non sono ancora pronte a sostituire l’uso del petrolio e dei suoi derivati, ed è per questo che i produttori mondiali di questa materia prima aumentano i prezzi, consapevoli della situazione speculativa.
Dobbiamo sviluppare l’energia alternativa in maniera concreta.
Solo cosi’ facendo potremo garantirci un futuro energetico stabile, considerando, purtroppo, anche il nucleare.
Lo sviluppo automobilistico si dovrà confrontare con seri problemi di costi, ma finchè le lobbies petrolifere manterranno il potere, poco si farà per risolvere quello che sarà il futuro internazionale.

Un cordiale saluto

Luca Romaldini

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *