Tendenza previsionale stagionale primavera estate 2013

Comments: No Comments
Published on: 19 March 2013
Share the joy
  •  
  •  

sardegna2013evoluzioneclimaEntrati ormai nella primavera meteorologica dal 1° del mese ed entrando in quella astronomica dal 21 cm, posso cominciare a definire una tendenza stagionale per la primavera-estate 2013. Fin qui abbiamo constatato come la primavera sia cominciata molto bene dal punto di vista delle precipitazioni, anche in eccesso in talune zone, rientrando nel regime climatico e dinamico della stagione mediterranea.

Abbiamo constatato fin qui anche eccessi termici rilevanti a distanza, spesso, di poche ore, ma la primavera spesso è capricciosa e i cambi configurali pressori spesso articolano una o l’altra situazione e non ci si deve meravigliare se da una giornata di maltempo con neve, si passa ad una con sole e uccellini che cantano. La primavera è bella per questo!!

Certo con l’ingresso più netto nel cuore stagionale le cose cambiano un po’ e ora cercherò di darvi qualche prospettiva sull’andamento della primavera matura e quindi dell’estate.

Ricordo che le tendenze stagionali sono sempre da prendere con molle, ricordandovi che le preparo sempre con l’utilizzo del WPS (Weather Prediction System) e, senza addentrarci in discussioni complesse e tecniche, vorrei proporvi, nella maniera più semplice possibile, i risultati ottenuti per il nostro paese con l’elaborazione stagionale tramite il WPS.

Quindi una articolazione mensile senza annoiarvi con parametri, dati, anomalie termiche e oceaniche, indici tele-connettivi etc. etc.(del resto la semplicità è stata da sempre la scommessa per far appassionare anche coloro che non seguono la materia).

Aprile

Mese che risente ancora dei capricci del vortice polare, intervallato da fasi anticicloniche, con precipitazioni nella media climatica, lieve sotto media sulle regioni nord occidentali, e temperature, ancora suscettibili delle variazioni configurali pressorie, su valori prossimi alla media del periodo su gran parte del paese. Lieve sopra media su regioni adriatiche e Pianura Padana.

Maggio

Un mese con i fiocchi e perfettamente in linea con l’andamento stagionale. Temperature nella media stagionale su tutta la penisola, isole comprese, con solo una lieve anomalia positiva su regioni adriatiche centro-meridionali. Precipitazioni nella norma sulle regioni centro-settentrionali , nubi un po’ più avare su meridione peninsulare, ma nulla di particolare.

Giugno

Mese che traghetta il nostro paese dalla primavera all’estate risulterà essere sostanzialmente diviso in due parti. La prima parte con richiami primaverili, temperature sotto media stagionale e precipitazioni più abbondanti, in particolare al centro-nord, la seconda parte prettamente estiva con temperature sopra media e situazione anticiclonica persistente di natura mediterranea con solo possibili piovaschi temporaleschi lungo le principali catene montane. Alla fine risulterà un equilibrio termico e precipitativo del tutto normale per il nostro paese. (Non potranno dire lo stesso nel Mediterraneo orientale dove sembrerà estate piena e matura.

Luglio

Cuore dell’estate meteorologica con clima caldo e non eccessivamente umido. Non riscontro possibili forti ondate di calore se non limitate a un brevissimo periodo verso la fine del mese sul meridione, senza scomodare record storici insomma. Precipitazioni lievemente sotto media al meridione e Sicilia, nella norma altrove. Ricordo che in estate, lungo l’arco alpino , è normale avere un andamento precipitativo continuativo , ed è qui che ritroveremo delle condizioni talvolta avverse con fenomeni anche localmente violenti.

Agosto

Il mese che una volta rappresentava il periodo del riposo e per molti il ritorno alle proprie origini, risulterà essere un pochino più caldo del normale, ma soprattutto più umido del mese precedente. Caldo afoso su gran parte del paese; temperature più elevate al meridione, ma umidità più elevata al settentrione dove arriveranno più facilmente i temporali di rottura estiva, che nella terza decade del mese raggiungeranno anche il centro e localmente le zone interne del meridione e delle isole.

Le precipitazioni dovrebbero risultare localmente sopra media al settentrione e sotto media al meridione, sostanzialmente nella media al centro e sulle isole.

Settembre

Anomalia termica positiva al meridione e sulle isole maggiori (nulla di eclatante), localmente al centro e su Pianura Padana. Precipitazioni lievemente sotto media al meridione in genere e parte del centro, mentre dovrebbero risultare nella media al settentrione, escludendo la bassa padana.

Un cordiale saluto

Luca Romaldini

Leave a Reply

Previsioni meteo Italia
Slideshow
Visitatori
  • 7,416,415
Traduzione
 Edit Translation
Welcome , today is Sunday, 17 December 2017